STEFANO VIVIANI

Hotel 5 Stelle _ Dimora Palanca, Firenze

Il concept di progetto di Dimora Palanca nasce proprio dalla volontà di mantenere l’anima della Villa, evitando lo stravolgimento dell’assetto originario e mantenendo invece la storica suddivisone degli spazi. L’idea madre del progetto, vuole che l’ospite si senta accolto nella Dimora di una vera famiglia fiorentina.
Gli spazi comuni al piano terra di Dimora Palanca sono stati modificati rispetto al precedente hotel e riportati alla disposizione originale della Villa. Entrando dall’ingresso principale in Via della Scala si accede subito alla hall che ospita un meraviglioso pavimento battuto alla veneziana originale, un soffitto a cassettoni e stucchi a parete che fanno parte del nostro intervento di interior design. La Hall si affaccia sulla sala delle arti, sul salone principale della Dimora e nella zona bar. Il salone principale, ora sala colazioni, ospita stucchi in gesso a soffitto originali, da qui l’idea di ricreare gli stucchi in tutti gli ambienti della struttura. Diversi salotti ospitano a soffitto gli affreschi originali, tipici fiorentini, con decorazione a grottesca tipica dell’epoca di costruzione della villa, rappresentando motivi geometrici e naturalistici nel bar e paesaggi e strumenti musicali nel salone delle arti.
La Hall affaccia sulla originale scalinata della Villa, scale in pietra serena e ringhiera in ghisa che porta al piano primo della struttura, il tutto è illuminato da una grande vetrata che illumina sia il vano scale che il corridoio del primo piano.
Salendo sempre da una scala laterale in pietra serena sia accede al secondo piano che ospita ancora delle camere. Sia il piano primo che il secondo hanno subito diverse modifiche di distribuzione degli spazi, togliendo i bagni e servizi dalla facciata e spostando il tutto nella zona corridoi, in modo da lasciare alle camere tutte le finestre delle facciate. Scendendo le vecchie scale arriviamo nella vecchia cucine della dimora dove abbiamo conservato la vecchia cappa della cucina con mattonelle di ceramica originali.
In questo spazio abbiamo progettato il ristorante dell’albergo, il Mimesi Urban Restaurant e la cantina dei vini, oltre chiaramente alle zone di servizio e alle cucine del ristorante.
Tre lati del Palazzo affacciano sul giardino interno e da esso si accede alla depandance, chiamata “La serra”.
Questo spazio ospita sei camere molto luminose, grazie alle garndi finestre ad arco, questa struttura era originariamente la rimessa delle carrozze della Villa.
La struttura offre master suite con una piccola SPA in camera, suite, junior suite, camere deluxe, superior e queen deluxe. Il progetto architettonico interagisce con quello di interior design grazie alla semplicità delle forme eleganti, alla ricercatezza dei materiali usati, unendo sempre la contemporaneità ed il forte design con la storicità della struttura.